Per la vita intera

Annunci

Sogni

Da Pinterest

Quietamente i sogni si spengono
come candele smorzate nelle stanze d’amore.
Restano sulle labbra i segni delle parole
che ne dipingevano i tratti,
acquarelli a futura memoria
di quello che non sarebbe mai stato
Ne raccogliamo cataloghi
perfettamente rilegati,
con le pagine numerate
e l’indice per argomenti,
li sfogliamo con occhi amorevoli
e sorrisi malinconici, carezzando
le immagini di quelle nostre creature
decedute prematuramente.

Giuliana Campisi 🔹️

J.Cortazar

Da Pinterest

C’è un incontro fissato,

ancora senza ora e senza data,

per trovarci,

io sarò lì, puntuale,

non so tu.

È solo il preludio

Da Pinterest

Se pur vago
il desiderio del nulla
talvolta mi assale
Un inverno silenzioso
mi avvolge cullandomi
al quieto scrosciare della pioggia
È solo il preludio
di un nuovo tempo
più tiepido e consapevole
del rumore che fa
dentro il mio petto
un fiore che sboccia
una foglia che cade
uno sguardo d’amore.

Giuliana Campisi 🔹️

Falene

Da Pinterest

Siamo piccoli pezzi
con la paura dietro la porta,
un vestito di fragilità
leggero e trasparente,
ci fa credere di essere farfalle,
ma siamo falene nella notte
attirate da false luci

Ci bruciamo le ali nell’esplorazione

convinti che il senso della vita
sia la meta e non il viaggio.

Giuliana Campisi 🔹

Pezzi di me

Foto personale rielaborata

Raccolgo qua e là pezzi di me
smarriti, staccati, divelti dal vento,
dal tempo
Ricompongo me stessa
escludendo l’immagine opaca
falsamente costruita all’esterno,
un arazzo a coprire un tavolo
preziosamente intagliato,
che ne ha nascosto la bellezza
ma ne ha preservato l’essenza.

Giuliana Campisi 🔹️

Mi nascondo

Da Pinterest

Capisco che nessuno

mi vede e mi sente

se piango
se soffro

e se mi nascondo

a strappare il dolore per farne
brandelli di carta e di me

E perché mi nascondo
se poi spero che qualcuno
mi cerchi e mi trovi
gettata in un angolo buio
coi capelli e i vestiti scomposti
le mani bagnate di pioggia?

Giuliana Campisi 🔹️

Ho imparato a stare zitta

Da Pinterest

Sono brava a star zitta
quando invece dovrei parlare,
trattengo a forza la mia bocca
finché non mi fioriscono le braccia,
il seme del silenzio cerca la sua strada
e attecchisce, forte e tenace
Ma non è resa, non è abbandono,
non è diserzione dalla guerra
ma consapevolezza profonda
di inutili lotte, di impari duelli,
di parole semplici e leggere,
come la pioggia a primavera,
che non passano la stoffa
e non bagnano neppure
Ho imparato a stare zitta,
sono brava per davvero,
anche i fiori sulla pelle
li sopporto volentieri
ma pretendere il sorriso
mi pare un po’ eccessivo,
pertanto taccio, abbasso gli occhi
e tiro un sospiro di sollievo.

Giuliana Campisi 🔹️

Nel nido

Da Pinterest

Cerco ancora il mio posto
dove tornare
e mi giro lentamente
molto lentamente
sperando di vederne una traccia
rimasta a segnare il percorso
per poter ritornare
Ma trovo solo
un velo leggero di malinconia
un respiro sommesso
un torpore ottundente
e non so se sono sveglia
o sto sognando
se il sogno è realta
o la realtà è un sogno
Vaghi ricordi, immagini sfocate
ma prepotente rimane il dolore
di ciò che è stato e non sarà
mai più
Eppure è là che tutti cerchiamo
un senso rimestando nel passato,
in quel nido scomodo e pungente
ma caldo e rassicurante
dove, senza provar vergogna,
vorremmo ritornare.

Giuliana Campisi 🔹️