Qualcosa di più profondo

Immagini da Pinterest rielaborate

Fa buio quando si inghiottono le parole,
il silenzio si congela sul viso
come un cristallo di neve sul vetro.
Le nostre ferite non combaciano,
le parole non si sovrappongono
Nel nostro essere diversi
c’è un’attrazione che non si spiega
se non con qualcosa di più profondo
In questo inverno senza fine
ci raggeliamo come la neve sui rami,
così pesante da farli piegare
fin quasi a spezzarsi, i polsi si indeboliscono,
la linfa ed il sangue rallentano il percorso.
E nel silenzio di un bosco innevato
– cuore interrotto – un respiro più ampio ci abbraccia,
scioglie quel gelo, i rami si raddrizzano,
le mani si tendono fino a sfiorarsi,
gli sguardi si incrociano fino a perdersi,
una lepre impaurita annusa l’aria,
scuote la neve dal suo pelo e si intana.

Giuliana Campisi

Annunci

18 risposte a "Qualcosa di più profondo"

      1. Anche a me! Con pochissimi autori, sia qui su wordpress che tra quelli storici, mi succede di trovare una tale affinità in certi scritti, che unisce il sentire profondo e modo di descriverlo che sia nelle mie corde!

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...