Almeno una volta

Il bianco e il nero tra onde di colori
che non sanno in quale spiaggia approdare
Quiete tempeste, procellarie smarrite
ed io come un’alga sbandata
fissata sul fondo
tra le acque impetuose, impietose
attendo che passi il mio tempo
sfiorata da pesci, da mani voraci,
da relitti taglienti
da calde correnti che mi fanno sognare
e sono sirena almeno una volta,
almeno una volta e posso nuotare

Giuliana Campisi

Annunci

6 risposte a "Almeno una volta"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...