Bugia

Dal web

Le bugie mi mettono a disagio. È una sensazione quasi fisica, una vera e propria molestia, come se qualcuno di soppiatto mi toccasse con mano viscida l’anima nuda.
Quando mi capita di sentire una bugia, qualcosa incomincia a macinarmi dentro lo stomaco e cerca di salire su per la gola. Cerco di trattenermi disperatamente, se parlo so che ne nascerà una questione dolorosa che vorrei evitare, ma la rabbia è prorompente e irrefrenabile. Si rompono gli argini, ciò che è stato trattenuto a forza irrompe in un getto di parole incontrollabili. È fatta, è guerra aperta, lo scontro è duro, io non voglio la vittoria ma non voglio soccombere, so bene qual è la verità, ed è la morte delle cose vere.
Per non morire, occorre tacere, stendere veli, erigere muri, lasciar andare ciò che più pesa e voltarmi verso i quieti tramonti e le serene albe, spogliandomi di tutto quello che mi fa dolere l’anima e mi rende simile ad una conchiglia vuota che non ricorda più come era fatto il mare.

Annunci

3 risposte a "Bugia"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...