Chi decide?

Da Pinterest

Ma davvero sono maturata e cresciuta interiormente? Davvero nel corso della vita si impara e si cresce? Incomincio ad avere grossi dubbi. Ho visto persone ripetere all’infinito gli stessi errori, io stessa ho sbagliato ripetutamente le mie scelte.
Cambiano le circostanze, cambiano i personaggi, cambia la scenografia ma alla fine la propria natura non cambia.
Si cambia nella forma, si affinano le competenze, si impara a dissimulare, ci si arrende per stanchezza e non certo per convincimento. Diventiamo dei giovanni invecchiati ma, a differenza degli animali, abbiamo consapevolezza di noi stessi come esseri pensanti e, spesso, ce ne serviamo, non per migliorare ma per sopraffare.
Con le dovute eccezioni.
Io sono rimasta sempre la stessa, certo sono meno insicura rispetto a quando ero una giovane donna incerta e fragile. Ma ho la stessa fragilità di allora perché il materiale di cui sono fatta non è cambiato, mentre ho acquisito competenze che mi rendono più sciolta e sicura nella vita quotidiana.
La crescita interiore invece ha mille verità e sfaccettature. Chi decide come, quando e cosa è giusto o è verità?
Ognuno di noi ha la sua filosofia, la sua spiritualità, la sua visione del mondo. Chi giudica allora?
Sono cresciuta spiritualmente, ho raggiunto una qualche consapevolezza di cosa siamo e cosa facciamo, quale è il motivo del nostro esistere e quale la maniera più giusta per farlo?
No, oggi più che mai ho dubbi all’infinito e non smetto mai di chiedere, di scoprire, di capire … ma forse sarebbe meglio dormire.

Annunci

31 risposte a "Chi decide?"

  1. porsi domande è essenziale ma non è detto ci siano risposte accettabili. Si cresce a volte proprio dagli errori commessi e dalle sventure capitate ma non è certo che non si commettano più errori dello stesso tipo, perchè troppo spesso le decisioni le prendiamo col cuore e non con la ragione, è questa la debolezza umana che alla lunga fiacca e sconforta, anche chi rispetto al passato ha una corazza più dura.

    Piace a 3 people

  2. Le certezze sono un privilegio della gioventù, poi tutto piano piano si sfarina in una complicazione dove è difficile trovare inizio e fine, capo e coda. Arrivano le domande, ben poche le risposte. Non so quanto aiuti sapere che è per tutti, o per molti. così.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...