Apriamo l’occhio

Perche’ vi parlo di questo pur non essendo un’esperta? ebbene, senza averne coscienza, mi e’ capitato, anche se per pochi istanti, che il terzo occhio si aprisse e cio’ che ho visto e provato e’ indescrivibile … allora iniziamo a parlarne …

Il terzo occhio collegato al sesto chakra e alla ghiandola pineale, e’ posizionato sopra agli occhi al centro della fronte mentre il chakra corrispondente si trova dietro di esso ed e’ associato all’intuizione e alla visione. L’apertura del terzo occhio permetterebbe di vedere oltre la forma e rappresenterebbe il presupposto dell’intuito e addirittura della chiaroveggenza.

L’intuito, da non confondere con l’istinto, in realtà rappresenta la capacità di captare le cose senza ricorrere alla mente logica. L’istinto è una risposta automatica legata alla sopravvivenza, l’intuito è un insieme di istinto, intelletto e intuito stesso. L’attivazione del sesto chakra consentirebbe il risveglio di questa facoltà che possediamo tutti ma che spesso e’ dormiente. 

Il terzo occhio svolge sia il compito di ricevente che trasmittente e che permetta la percezione dei piani interiori, delle forme pensiero e delle entità solitamente non percepibili ed insieme agli occhi fisici ci permette di guardare oltre cio’ che appare agli occhi, ovvero di guardare senza guardare, sviluppando tutta una serie di qualità come l’intuizione e la concentrazione e incrementando la consapevolezza di noi stessi.

La Kundalini il cui termine è di origine sanscrita: “kundal” significa attorcigliato come un serpente e “-ini” è il suffisso femminile. La Kundalini risiede nel suo stato dormiente nell’osso sacro avvolta in tre spire e mezzo e quando si libera la sua energia arriva al sesto chakra liberando ed attivando tutti i punti energetici del nostro corpo sottile


Ajna:

Ajna è il chakra dell’assetto mentale superiore e della visione superiore, comunemente chiamato terzo occhio, presiede il senso della vista. Nella sua espressione anteriore è associato alla facoltà di visualizzare e di rendere comprensibili i concetti intellettuali e, nella sua espressione posteriore, alla facoltà di attuazione dei concetti stessi.

Hamsa:

Hamsa è la parola araba che significa “cinque” e rappresenta le cinque dita della mano. Per i credenti musulmani e’ la mano di Fatima e rappresenta il simbolo della serietà e dell’autocontrollo mentre per gli ebrei e’ la mano di Miriam, il numero  Cinque (hamesh in ebraico) rappresenta i cinque libri della Torah. Simboleggia anche la quinta lettera dell’alfabeto, He, che rappresenta uno dei nomi di Dio.

 

L’albero della Vita

l’albero della vita è stato rappresentato da molte culture e religioni di tutto il mondo

Si dovrebbe anche sapere che l’Albero della Vita, o anche conosciuto come l’Albero del Mondo, è associato alla nascita, alla vita, alla morte e alla rinascita, dentro il cerchio della vita.  Generalmente, l’albero della vita è conosciuto per avere un collegamento tra i quattro elementi della terra (aria, acqua, terra e fuoco), esso è una rappresentazione della connessione tra l’infinito e ogni cosa all’interno della creazione.

 

 
 
 

Annunci

2 thoughts on “Apriamo l’occhio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...