Un’altra notte

Mi giro e mi rigiro tra le lenzuola calde, 

l’aria e’ inquieta.

Nella penombra tremula la

 luce disegna strane ombre

 sopra il muro.

L’ansia si arrampica e la

 paura spinge, il corpo

 stanco non sente piu’ 

le ore, ma il tempo passa 

e lascia segni e cocci da

 guardare.

La notte e’ sempre lunga 

per chi ha matasse da

 dipanare.

E mentre cucio e scucio 

le mie pezze, la luna sorge 

e poi tramonta e un altro

 giorno e un’altra notte 

son passati invano.

Dietro la finestra la

 tortorella annuncia il 

nuovo giorno col suo 

gru gru ed io mi alzo, 

mi guardo nello specchio 

e salutandomi riprendo la

 mia spada.

Giuliana Campisi ©

Annunci

4 thoughts on “Un’altra notte

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...