Io credo nell’anima

immagine dal web rielaborata

Sono cresciuta? non ne sono sicura. Gli anni sono passati e tanti anche, sono invecchiata ovviamente. Rughe, occhiaie, rotolini indesiderati, la vista si offusca e la memoria non e’ da meno. Ma in tutti questi anni cosa ho imparato? e quello che ho imparato mi ha accresciuto in saggezza, spiritualita’, mi ha migliorata? Io non credo. Sono fermamente convinta  che la nostra natura, il nostro carattere, insomma la nostra essenza piu’ profonda non muta mai. Si imparano le regole di vita, si impara a conoscere le persone, si acquisisce una personalita’ in base alla famiglia ed il luogo e le circostanze in cui nasciamo. In base al livello culturale ed alle nostre inclinazioni miriamo ad acquisire maggiori conoscenze e competenze, ed a seconda delle esperienze emotive, positive o negative, ci rafforziamo nello spirito o diventiamo piu’ fragili. Ma quanto tutto questo ci accresce e migliora? Quanti di noi nel corso della vita hanno tralasciato le battaglie quotidiane per cercare di migliorare il nostro io piu’ profondo? e come?

Io ho stesse paure di quando ero bambina, le stesse fragilita’, gli stessi bisogni, ho solo imparato a dissimularli od a farne a meno. Ho imparato che in mancanza d’altro mi rifugio nel mio mondo di immagini colorate e poesia dove per un po’ riposa il mio spirito inquieto. In fondo ognuno di noi si crea dei paradisi artificiali dove rifugiarsi per ricaricarsi e sopravvivere. E’ proprio questo che ci da la prova che non siamo cresciuti. Io non sono cambiata, qualcuno mi dice che sono molto saggia ed equilibrata, di fatto me lo diceva anche  mio padre quando ero bambina, anzi me lo ripeteva sempre e quasi se ne stupiva che una bambina piccola potesse essere cosi’. Cosa impariamo allora che ci potra’ essere utile nella vecchiaia, quando saremo rimbambiti e smemorati o, per quelli che credono, dopo la morte? L’anima avra’ forse imparato qualcosa e noi neanche ce ne siamo accorti?

Io credo nell’anima, in una vita dopo la morte. Niente a che vedere con una religione in particolare ma con la spiritualita’ e questo discorso mi turba un poco, nessuno mi ha insegnato come si fa a farla crescere, avrei voluto che ci fosse una scuola per il cervello ed una per l’anima.

O no?

Annunci

17 thoughts on “Io credo nell’anima

  1. Col passare degli anni si diventa più consapevoli: si ha paura del dolore, della morte, si pensa alla pensione, agli acciacchi….da bambini si è più liberi mentalmente, ma non vuol dire meno saggi. Io ero abituata fin da bambina ad affrontare e vincere le mie paure ( mi è rimasta solo la fobia dell’ospedale: quella è inguaribile!). Penso che la nostra anima sia un insieme di noi stessi bambini e adulti, un mix di tutte le età che ci porteremo dietro nella vita precedente e che saranno le nostre caratteristiche dell ‘Io futuro. Paradisi artificiali? Io fin da piccola sognavo una casa sul monte circondata da animali e da grande l’ho avuta! La mia casa e il mio branco familiare sono il mio unico paradiso 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Io non lo so se c’è una squola o no, a me non interessa
    .Io all’anima ci credo, per me è l’unica sorgente attiva che resta dopo il dissolvimento del corpo vitale. L’anima è energia e si ripropone. Come? Non lo so, non spetta a me saperlo. Ognuno la deve collocare per ciò che crede: natura, religione, materialismo, scienza…Se ho imparato qualcosa? credo proprio di si, altrimenti srei un involucro senza anima e per fortuna in alcune cose sono cambiata, volutamente cambiata proprio perchè dopo la ragione l’anima comanda.

    Liked by 1 persona

      1. Se vivi su questa terra ai tempi atuali ci vuole la ragione e poi l’anima, se sei una immediata è l’anima che conta. fai tu, Tu sai come sei. Io di me lo so.
        (e che dovrei tornare a scuola visto come l’ho scritta nel precedente commento…)

        Liked by 1 persona

  3. Non so quanto peggiore fossi, né di quanto sono migliorata, però posso dire di essere cambiata, mi sento più in linea con quella parte di me che stentava ad emergere, la vita non mi lesina né dolori, né preoccupazioni, però a livello interiore sento che va meglio. Quanto ai tuoi paradisi, non penso siano artificiali, sono i laghi sotterranei della tua anima, da cui attingi nuova linfa.

    Liked by 1 persona

  4. Già come si fa a capire se si è cresciuti in spiritualità? Non ci avevo mai pensato pur puntando a quello. Forse perchè cì arrabbiamo meno per un tubetto di dentrificio non chiuso e di più quando picchiano selvaggiamente una persona solo per passare la serata? Forse perchè degi eventi vediamo le cause e non solo gli effetti? Non lo so…sto provando a rispondere con te e mi stupisco di come non mi sia mai posta prima questa domanda. E ti ringrazio per la tua riflessione.

    Liked by 1 persona

    1. credo che incominciamo a crescere spiritualmente quando incominciamo a dare il giusto valore e la giusta collocazione ad ogni cosa. Quando capiremo che il tempo e lo spazio non esistono ed inizieremo a vivere come se non ci fossero. Quando capiremo che una cosa o persona non e’ meglio o peggio ma solo diversa dall’altra e l’accetteremo senza giudicarla … si potrebbe proseguire … ma occorre tempo e spazio

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...