Notizie su Cappuccetto rosso

Cappuccetto rosso era una bambina molto sfigata e piuttosto bruttina. La madre, che aveva un gusto discutibile in fatto di moda, le aveva confezionato una mantella con cappuccio rosso per nascondere in qualche modo la sua bruttezza ma privandola così anche del suo vero nome. Nessuno seppe mai come si chiamasse veramente. Ma questo fu il male minore perché, in barba ad ogni logica, buon senso e amore materno, incurante dei pericoli a cui la mandava incontro, le faceva attraversare il bosco frequentato da temibili creature per portare il pranzo alla nonna.

Ma il babbo dov’era?

La nonna, si presuppone fosse quella materna, infatti anch’essa come la figlia assolutamente priva di buon senso, che essendo vecchia e malata viveva da sola in mezzo al bosco in una casa isolata anzicchè stare presso la figlia o in una casa di riposo per anziani, acconsentiva che la piccola inerme nipote attraversasse il pericoloso bosco per portarle il pranzo. Inoltre da totale incosciente evidentemente teneva la porta o la finestra aperta, come sarebbe entrato in casa altrimenti il lupo?

La piccola, al colmo della sua sfiga, oltre la madre e nonna indegne, incontra un lupo particolarmente ingordo e famelico che non si contenta di mangiare la nonna ma pretenderebbe di mangiare come dessert anche la nipotina.

Stendiamo un velo pietoso sul cacciatore (aveva il porto d’armi?) che sconosce, non solo la catena alimentare, ma addirittura uccide il lupo, specie protetta, che in fondo non faceva altro che il suo mestiere di lupo!

Chi era il cattivo/cattiva in questa storia?

Io sono sempre stata dalla parte del lupo

Annunci

10 thoughts on “Notizie su Cappuccetto rosso

  1. Al di là dei significati “metaforici”, è una favola che a me non è mai piaciuta molto, ma adoravo invece una delle “favole comiche” di Terzoli e Vaime (purtroppo non ho più il libro e sembra praticamente introvabile), in cui lupo e Cappuccetto insieme sconfiggevano il perfido cacciatore 🙂

    Liked by 2 people

  2. Le favole, le fiabe, lette da grandi danno queste sensazioni. I bimbi invece si chiedono: “perché voi grandi vi fate le guerre?”
    Lo hai detto te che il lupo è ingordo e famelico e, se si legge da grandi, nessuno gli da diritto di entrare in casa d’ altri. Porto d’ armi? Dove? In una fiaba senza nazione?
    La persona “cresciuta” direbbe: perché non chiamava un taxi? O.o
    Io sto dalla parte di Cappuccetto Rosso, la bimba brutta e sfigata che in fondo non faceva altro che il suo mestiere da personaggio di fiabe: difendersi dai cattivi.
    – In bocca al lupo.
    – crepi.

    Liked by 1 persona

      1. Walter sei antipatico. L’ultima cosa al mondo che farei e’ scherzare sull’innocenza dei bimbi e non mi pare che io l’abbia fatto, la comicita’ e’ cosa ben diversa, e’ in questo che evidentemente non sono stata brava oppure tu hai mangiato pesante e sei di cattivo umore 😡

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...