E poi ci sono i cretini …

​Siamo macchine pensanti preconfezionate. Nasciamo con il cervello gia’ infarcito di preconcetti, regole, rigidi schemi assorbiti attraverso il cordone ombelicale.

L’utero e’ la nostra prima prigione, dentro la quale veniamo indottrinati dai gusti, dai pensieri e persino dalle emozioni di nostra madre.

Alla nascita siamo gia’ pronti a seguire quei sentieri accuratamente predisposti per non uscire fuori dalle righe. Al primo passo fuori, al primo pensiero che si discosti dagli altri siamo bollati: diverso, strano, anormale, fuori di testa … emarginato. Solo se riusciamo con la nostra diversita’ a fare qualcosa di grande, allora veniamo considerati geni.

Ma le grandi scoperte vengono quasi sempre da una  intuizione, un pensiero apparentemente improvviso, qualcosa fuori dai confini dei nostri pensieri abituali, quando riusciamo a guardare da angolazioni diverse da quelle da cui eravamo abituati a guardare. Il colpo di genio, la scintilla che accende la miccia, il capolavoro dell’artista nascono proprio quando usciamo dai binari che percorriamo sempre ed incominciamo a guardarci attorno con occhi diversi e fuori dagli schemi abituali.

E poi ci sono i cretini …

Annunci

9 thoughts on “E poi ci sono i cretini …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...