Nel fondo

Mi specchiavo, ma non era piu’ il riflesso di me stessa che vedevo, il viso, gli occhi, la bocca, mani e gambe, ma il mio essere piu’ intimo, piu’ profondo, emozioni intrecciate tra ansie e  paure, speranze e sogni, una trama compatta e complessa di un tappeto che era la struttura portante di me, depositato su un fondale che avrei dovuto toccare per poter dare la spinta che occorre per risalire in superficie. Ebbi cosi’ la percezione del mio essere emotivo che doveva restare unito e disgiunto dal mio io razionale.

La ragione non doveva mai essere priva di sentimento ed il sentimento non avrebbe dovuto mai abbandonare la ragione.

Era un equilibrio perfetto quello che io intravedevo, meraviglioso da raggiungere, difficile da conquistare.

Annunci

7 thoughts on “Nel fondo

      1. e’ la foto che mi ha suggerito questo pensiero, noi vediamo il cigno che nuota nello stagno ed e’ molto bello, ma potere vedere anche la parte nascosta …il fondo …puo’ essere anche piu’ bello

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...