Ricordando mio padre

Fotografia personale

Da queste mani fredde

che stringo forte al petto

sale il mio silenzio disilluso, 

velo che ricopre antiche pietre 

di muschio ricoperte.

Mentre cammino 

nella mia amata terra, 

la malinconia come compagna,

non sara’ il profumo acre delle zolle 

a risvegliare quei ricordi, 

morti e sepolti,

senza neanche un cero

a illuminar memoria,

ma il suono tanto atteso 

della voce tua, 

non dalla bocca,

ma che giunga dal cuore,

aperta e limpida 

come una sorgente a dissetare

questo fiore spento e scolorito

che non riesce piu’ a guardare il sole.


Giuliana Campisi ©

Annunci

13 thoughts on “Ricordando mio padre

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...