Se qualcuno mi cancella me ne faro’ una ragione

Ma fatemi capire, se dovesse cadere il Governo o comunque dovessimo andare a votare per un nuovo governo, c’e’ veramente, ma veramente, qualcuno che voterebbe ancora Berlusconi o voterebbe Salvini?

Vi prego, ditemi di no! ditemi che non siamo ridotti fino a questo punto!

Annunci

Ali legate

foto dal web

Mi vesti con le tue parole,

come un vestito scolorito

che mi sta stretto sui fianchi,

di stoffa scadente mi ferisce la pelle,

vuoi stringere le mie ali

sotto una stoffa insufficiente

per non farmi volare…

non sai, non lo sai che niente

si ferma se c’e’ l’anima dentro?


Giuliana Campisi ©

Buongiorno

immagine reperita nel web

… splendida Sula alle prime luci dell’alba

foto di Mario Barito

…una bella planata sull’acqua e …

foto dal web

… un po di tenerezza

Credo in un giorno

Credo in un giorno

che si posa sopra marciapiedi

percorsi con rabbia o con pazienza,

nelle case coi portoni chiusi

ma con le finestre aperte,

in un cielo che si allarga dopo la tempesta

e lascia intravedere fra nuvole residue

rondini in volo.

Credo in un giorno 

in cui ogni parola sara’ compresa

ed ogni gesto sara’ apprezzato,

in cui i fatti seguiranno alle semplici parole

e dietro ogni azione ci sara’ consapevolezza.

Credo in un giorno

in cui gli animali cammineranno liberi

accanto alle persone e pascoleranno

insieme sui prati e dentro i mari

e non sara’ vergogna se il cane dormira’

sul nostro letto e nel circo 

ci saranno soltanto i giocolieri.

Credo in un giorno

in cui i colori saranno uguali sulla pelle

e non ci saranno Dei a imprigionare

i nostri sentimenti,

i bambini potranno uscire soli

mentre gli orchi staranno chiusi nello zoo.

Credo in un giorno

in cui la differenza tra uomo e donna

sara’ soltanto nella capacita’ di procreare.


Giuliana Campisi ©

Buongiorno

… una bella bevuta al mattino a stomaco vuoto…

… ed una bella sciacquatina per rinfrescarsi …
Fotografie reperite nel web

Ultimo canto

Nella sera che scende 

senza fare rumore 

ascolto una voce sommessa 

come un ultimo canto 

di un sogno che muore.


Giuliana Campisi ©

L’inverno del cuore

Immagine dal web modificata

Si poggia la foglia

sul davanzale della mia malinconia,

con brivido si accartoccia

al tocco freddo della neve.

La lanterna poggiata sul bordo

tiene una lieve fiammella,

illumina poco il giardino di fronte,

piu’ ombra che luce si annida

tra  cespugli ormai secchi 

ricoperti di candida coltre.

Ma e’ soltanto l’inverno del cuore,

una mano poggiata sul petto

ne manterra’ il suo tepore

nell’attesa che un raggio di luce 

nelle aiuole innevate

ne schiuda i boccioli di rosa

come fossero labbra in attesa 

del loro primo bacio.



Giuliana Campisi ©