Un po’ di miele

Come da un favo raccolgo il tuo miele, 

dolce sulla bocca desiderata,

balsamo sul cuore stanco

che sulle impervie vie, 

innevate da sospiri e duoli, 

ancora arranca.

E mentre sul campanile tace la campana, 

perche’ buia e’ ormai la sera, 

la colomba riposa con il capo ripiegato

sotto l’ala 

ed io insonne giro e mi rigiro 

nel mio letto sfatto

con la tristezza come compagnia.

E mentre guardo dalla finestra aperta

una falce di luna che beffardamente ride,

anch’io sorrido e penso che ogni giorno muore 

e ne risorge un’altro

che forse portera’ con se’ un altro po’ di miele.


Giuliana Campisi ©

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...