Prudente o pavido?

immagine dal web rielaborata

Ci sono margini 

che non voglio oltrepassare, 

potrei farlo, ma non lo voglio fare.

Un foglio di quaderno, 

con quelle belle righe dritte verticali, 

io ci resto sempre dentro, 

senza turbare l’ordine prestabilito,

parole o numeri in colonna,

operazioni e tutti i suoi totali.

E quel bel segnale giallo

dipinto lungo il marciapiede del binario?

guai ad oltrepassarlo o mi schianto 

contro un treno e divento un bel timballo.

E le gabbie con i poveri uccellini? 

dovrei aprirle tutte per farli scappar via, 

ma, poverelli, non sanno piu’ volare,

a morte certa li condannerei 

perche’ il cibo non saprebbero trovare.

Ci sono margini che bisogna rispettare,

camminare piano, passo dopo passo,

in fila indiana e senza sorpassare,

guardare in alto le finestre aperte 

e i panni stesi sui fili ad asciugare.

Potro’ dormire cosi’ tranquilla

tutte le notti, con l’animo sereno

e la coscenza a posto, la vita sara’ 

magari un po’ noiosa, il rischio

non e’ nelle mie corde, e come 

dice un vecchio detto:

“il cuore del prudente batte più 

a lungo di quello di un eroe”


Giuliana Campisi ©

Annunci

5 thoughts on “Prudente o pavido?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...