Appartenenza

Piracanta – Foto personale

Guardo l’erba che cresce incolta nel prato creando un disordine che sembra appositamente studiato, spruzzi gialli di acetosella tra il viola screziato di bianco delle belle di notte che si sono fatte strada tra i cespugli di gerani rossi, in fondo, qua e la’ radi ciuffi di finocchi selvatici e sparuti cespi di cavuleddra. 

Gli stornelli ormai infreddoliti non borbottano piu’ sui rami del pero e raccogliendosi in moltitudine migrano verso luoghi piu’ caldi creando nel cielo leggermente aranciato del crepuscolo stranissime forme cangianti.

C’e’ nell’aria un senso di solitudine e di estraneita’, un paesaggio campestre che osservo come fosse un quadro piuttosto malinconico che non mi appartiene.

Un distacco totale da tutto, i sensi assopiti, sento appena il profumo dolce e asprigno del mosto nell’aria e il frinire dei grilli tra le siepi vermiglie e piene di aculei della piracanta…

Eppure quella e’ la mia terra, la mia culla.

Mi ha cresciuta a pane caldo e olio,  profumo di grano e di funghi di pioppo, gelsi rossi dolcissimi che macchiavano le mani, le corse, i sassi roventi al sole d’agosto, le sigarette fumate di nascosto dietro i grossi ulivi.

Un filo di fumo si alza da dietro la collina, qualcuno brucia gli sterpi secchi, si sente il crepitio ed un odore che pizzica il naso.

Il senso di appartenenza a quella terra non lo sento piu’, troppe amarezze ne hanno offuscato i colori e la notte anche il cielo stellato ha perso il suo senso.

Ho capito che non sono i luoghi a tenerci legati ad essi ma le persone che ci hanno vissuto e che hanno creato con il luogo una trama densa di emozioni che cessa di esistere quando queste persone non ci sono piu’.

I miei genitori sono partiti per sempre da tanto tempo ormai e quei luoghi hanno perso per me quella magia che mi teneva legata ad essi mantenendo soltanto un velo di malinconia per cio’ che ho vissuto e di cio’ che e’ stato.

Annunci

22 thoughts on “Appartenenza

  1. Sai Giuliana che per me è il contrario? Il luoghi della mia infanzia, dove sono nati i miei e hanno vissuto, oggi volta che ci torno procurano in me una gioia immensa. E’ come rivivere emozioni, un sentire vicino chi non c’è più. I luoghi parlano e testimoniano il passaggio di coloro i quali lì sono stati, ed hanno goduto di periodi felici che sta a chi rimane perpetuare senza malinconia ma con gioia. Un caro abbraccio settembrino con un sorriso. Isabella

    Liked by 1 persona

    1. grazie, ma purtroppo quella compagna è un po abbandonata, non è più come prima perchè se ne occupava mio padre che non c’è più. Tutto è un po abbandonato, ecco perchè mi da un senso di non appartenenza e di malinconia perchè comunque il posto è quello

      Liked by 1 persona

  2. Un pezzo malinconico ma molto bello, però mi chiedevo… perché anche a me succede qualche volta, poi di solito il senso di appartenenza dopo un po’ torna. Perché anche noi partecipiamo alla costruzione, alla creazione di quel sistema di emozioni e legami. Memorie e amarezze comprese. Oppure forse è vero, da certi luoghi ci si stacca, ci si allontana e c’è poco che si possa fare, se non accettare che il nostro rapporto con quel posto è cambiato per sempre non so…

    Liked by 1 persona

  3. Per moltissimo tempo un paese della mia infanzia, malgrado la scomparsa delle persone che lì avevano vissuto e che mi erano state molto care, ha mantenuto il valore emotivo di “ombelico del mondo”, un luogo del cuore in cui restava intatta ogni memoria, la casa del mio riposo. Di recente, purtroppo, ho perso anche questa mia ultima patria, i motivi non so spiegarmeli, continuo a ritornare lì e mi sento sempre più lontana.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...