E io canto

Immagine dal web rielaborata

Non ho mai trovato un cielo

che ascoltasse la mia voce

o un campo di grano per raccogliere spighe,

solo nuvole di vento silenziose e insofferenti 

e nei campi, tra sassi roventi, 

messi dorate ma senza piu’ cuore.

Ho perso il mio giardino ormai,

tra sterpi e foglie secche 

che la rugiada non bagna piu’, e canto, 

seppur stonata – neanche la gazza mi sopportera’ – 

la mia appassita malinconia.

Il sole sorge e tramonta ancora

e del mio stare immota non gliene

puo’ importare, neanche la pioggia

smettera’ di cadere ed io, seppur bagnata,

continuero’ a cantare.


Giuliana Campisi ©


Annunci

2 thoughts on “E io canto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...