La fantasia e l’ingegno non hanno limiti

Vi prego di guardarlo, e’ spettacolare e divertente… specialmente per le giovani donne 😄

clicca qui ⬇

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=456885427702837&id=100001441503747

Annunci

Tenerezza della sera

… questo e’ un Lori Lento,  un piccolo primate originario della Cina e del Sud Est Asiatico, e’ lungo circa 30 cm e pesa massimo 2 chili, animaletto timido e affettuoso, sfruttato come animale da compagnia solo perche’ e’ di moda e quindi a rischio di estinzione.

…maledetti umani!

Non profumano piu’

immagine dal web rielaborata

Non profumano piu’

questi fiori che stringo

tra le braccia,

non profumano piu’.

Eppure li tengo ancora

stretti al cuore, ultimo 

anelito di un amore morente.

Trema il cuore al ricordo

di un vento che portava ogni

giorno la tua voce e il profumo

di te, trema la mano

carezzando i petali sfioriti

come fosse il tuo viso sbiadito

ormai nella memoria.

Non profumano piu’

questi fiori e cadono

i petali sul mio grembo

e chiudo gli occhi 

immaginando le tue mani su di me,

mi abbandono un attimo

ancora al ricordo, ma 

non basta piu’, e’ solo un errore

nella mente.

Domani il cielo forse

sara’ piu’ azzurro o forse no,

ma io ormai saro’ al sicuro.


Giuliana Campisi ©

Che dire di me …

Immagine dal web e rielaborata

Che dire di me che guardo dritto in faccia 

e dico cio’ che penso e penso cio’ che dico?

e parlo, parlo sempre, che non so tacere

neanche per pieta’ ed ogni cosa in gola

come un rospo vuole saltar fuori

e dove arriva, arriva.

Che dire di me con queste mani

che porgo sempre a tutti anche quando

so che me le morderanno?

E piango e mi commuovo se un fiore sboccia

in mezzo ai campi o se un bambino 

ha perso il suo aquilone e non mi importa

se bagnero’ come la pioggia il mondo 

perche’ non son lacrime salate ma hanno

il gusto colorato e dolce di un bacio lieve sulla bocca.

Stringo il dolore, quello forte e vero,

dentro il mio petto affinche’ nessuno se

ne accorga e rido sempre, scioccamente rido

per non far vedere cio’ che nascondo dentro.


Giuliana Campisi ©