Ma cos’è il libero arbitrio?


Piccole riflessioni personali e stralci dal pensiero di N.Vassallo e E.Pennetta

image

Secondo la religione cattolica il libero arbitrio è la capacità e il privilegio che Dio dà alle persone di scegliere e di agire liberamente.

E se il libero arbitrio non esistesse, chi o cosa sta decidendo le nostre azioni e i nostri pensieri, inclusi quelli di chi nega il libero arbitrio? Se il soggetto non è responsabile delle sue azioni, che senso hanno i concetti di colpa e di merito? Senza libertà non esisterebbero posizioni filosofiche e nemmeno politiche, culturali o religiose, ma semplicemente quelle che i fattori che determinano le nostre scelte hanno prefissato.

Il libero arbitrio e’ la capacità – da parte di un soggetto razionale – di scegliere un’azione tra diverse alternative.

In che modo tale capacità è connessa con una responsabilità di tipo etico? In che modo, cioè, si è responsabili delle proprie azioni? Per essere fino in fondo responsabili dobbiamo conoscere non solo quali sono le diverse alternative implicate nella scelta, ma dobbiamo anche essere consapevoli del concetto stesso di responsabilità e degli effetti che le nostre azioni potrebbero avere sugli altri individui. Il libero arbitrio, quindi, ha a che fare con le nostre capacità conoscitive.

Se, invece, non siamo in grado di discernere ciò che è bene e ciò che è male si potrebbe sganciare il libero arbitrio dalle istanze etiche.

image

Ma siamo liberi di scegliere in che modo morire? Siamo liberi di amare chi vogliamo o siamo in qualche modo condizionati dalla società o dalla biologia?

Il libero arbitrio non necessariamente coincide con la libertà di scelta, perché la seconda può essere pesantemente determinata dalle possibilità contenute nel contesto sociale, storico o naturale.

Il libero arbitrio non è un problema (che può quindi avere una soluzione, molte o nessuna), ma un mistero: non lo si risolve, ma lo si contempla, immateriale come il pensiero ma più concreto di una roccia.

image

7 risposte a "Ma cos’è il libero arbitrio?"

    1. eh caro amico, non solo Cartesio ma anche Locke e Nietzsche e chissa’ quanti altri. Io ho fatto un piccolissimo pout pourri per accendere un piccolo dibattito. Sull’argomento si potrebbe parlare all’infinito 😉

      "Mi piace"

  1. Pensieri e considerazioni abbastanza realistici (e condivisibili);

    esso può essere un dono oppure una condanna, dipende tutto dall’etica del soggetto preso a campione … l’etica invece è sicuramente un dono che si riceve in seme e che va accudito e coltivato (e preservato) nel proprio animo;
    ha moltissimi nemici pronti ad indebolirla e sopraffarla: ignavia, pigrizia, egoismo, viltà dall’interno e la società moderna dall’esterno (una piovra enorme dai 1000 tentacoli, multinazionali, potere. denaro, banche, politica, capitalismo, globalizzazione etc etc);

    forse è rimasto l’arbitrio ma di libero ormai ben poco
    siamo praticamente schiavi che a differenza di quelli a noi più noti abbiamo le catene che ci rendono tali fatte di un materiale meno visibile del ferro … tutto qui …

    e non c’è schiavo peggiore di colui che crede di essere libero …

    ciao 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...