Ti aspettero’ ogni giorno

PicsArt_10-31-09.07.31

Ti aspettero’ ogni giorno
davanti ad una porta che non
si aprira’ per tanto tempo.
Cresceranno i miei capelli
copriranno le mie spalle dal dolore,
il tempo intreccera’ le ore con i giorni
per farne una coperta per scaldarmi.
Ed io ti aspettero’ ogni giorno
contando i mesi e gli anni
sopra i fiori che la neve di febbraio
ha conservato col suo gelo.
Saranno bianchi  i miei capelli
sotto la luna splenderanno perche’
tu sarai tornato insieme al tuo
sorriso che io non ho mai dimenticato.

Giuliana Campisi

Annunci

– 30

chiediloamanu

Scrivo il – 30 con grande gioia. Ed ecco la fine della riflessione.

Felice week end a tutti.

Qualcuno potrebbe obiettare che non sempre è così: che esistono delle persone ipersensibili le quali non possiedono la fermezza, la costanza, la forza d’animo per controbilanciare gli svantaggi della loro condizione; persone che, messe di fronte ai problemi della vita, non riescono ad affrontarli e ne finiscono crudelmente schiacciate. Questo è vero: bisogna essere onesti e riconoscere che, talvolta, le cose vanno proprio in questo modo.

La stessa cosa, però – se si vuole essere altrettanto onesti – bisogna riconoscere che avviene anche rispetto ad altre doti dell’animo. L’intelligenza, per esempio, quando è particolarmente acuta, ma astratta, e non accompagnata da forza di volontà e chiarezza di percezione, può ritorcesi contro colui che la possiede e rendergli la vita più difficile, perché gli consente di vedere in maniera fin troppo chiara tutti…

View original post 695 altre parole

Oggi piove

Giornata uggiosissima, speravo in un fine settimana piu’ discreto, ma tant’e’ come si suole dire “la nuvoletta dell’impiegato”! Che fare allora? Maya dorme sopra la sedia in cucina e sembra non avere voglia di scrivere il suo diario ed io sono indecisa tra pulizie di casa, andare dal parrucchiere, fare la spesa, tornare a dormire, tornare a dormire, tornare a dormire e tornare a dormire. Credo che tornero’ a dormire anche se la mia maledetta cervicale ulula come un lupo alla luna, dovro’ cercare una posizione antalgica sperando di riaddormentarmi…PicsArt_10-30-03.11.22

Parla il mio corpo

immagine reperita nel web e rielaborata
immagine reperita nel web e rielaborata

Parla il mio corpo, da ogni zona
di ombra e di luce
e la mia bocca ribelle parla parla
sopra il frastuono della guerra.

Tu non mi senti,  ma tutto intorno
ogni cosa ti parla di me, sussurra
nel silenzio di un mondo accecato
dal niente che non vede e non sente
e finge che tutto sia bianco.

Parla il mio corpo ed ogni cosa
circonda di suoni che avvolgono
tutto di carta stagnola e parlano
i miei occhi ribelli lanciando
gli sguardi arrabbiati quasi fossero
strali a colpire le menti.

Tu non mi senti, assordato
da un vuoto che non ha piu’
la sua base e dimentica scale
per salire lontano li’ dove il suono
sarebbe piu’ chiaro e preciso.

Parla la testa, in tutte le lingue
del mondo, vagando come uno
zingaro errante, finche’ stanca
poggera’ i suoi capelli sopra l’oblio
pietoso del tempo.

Giuliana Campisi

Libera sono adesso

PicsArt_10-28-07.39.04

Seduta su quella roccia grigia
guardo il vento che gioca fra
gli asfodeli lungo il pendio sassoso.
Stringo le mie mani fredde
attorno alle ginocchia
mentre l’ultima mia voce si perde
nell’eco della valle.
Libera sono adesso,
e leggera, ormai
spoglia di antichi pregiudizi,
radicate convinzioni,
pronta a vibrare con
l’armonia dell’universo.
Le mani, adesso calde,
si giungono in preghiera,
mentre l’anima mia mi
abbraccia, mi circonda,
mi guarda dentro gli occhi.
Libera sono adesso e leggera,
anche il mio corpo piu’ non pesa
e vola, vola insieme al vento
e all’eco sulla scia di un cielo
che piu’ non m’abbandona.

Giuliana Campisi

&&&

La natura ci regala splendide immagini e se non ci pensa lei ci penso io.

Buongiorno!

immagine reperita nel web e rielaborata
immagine reperita nel web e rielaborata

Dolore di madre

PicsArt_10-28-09.01.49

Solo una piccola lacrima
di sale e dolore, scende lenta,
non conosce la strada,
pur trasparente non riflette la luce.
Si perde nel cuore ne
allaga il suo mare, ma
non cessa l’immenso dolore,
ne oltrepassa i confini e,
smarrito, si perde tra le dita
intrecciate a un dolente rosario.

Giuliana Campisi

Mario Benedetti

poesia&cultura

Generosità


La gente che mi piace


Mi piace la gente che vibra,
che non devi continuamente sollecitare
e alla quale non c’è bisogno di dire cosa fare
perché sa quello che bisogna fare
e lo fa in meno tempo di quanto sperato.
Mi piace la gente che sa misurare
le conseguenze delle proprie azioni,
la gente che non lascia le soluzioni al caso.
Mi piace la gente giusta e rigorosa,
sia con gli altri che con se stessa,
purché non perda di vista che siamo umani
e che possiamo sbagliare.
Mi piace la gente che pensa
che il lavoro in equipe, fra amici,
è più produttivo dei caotici sforzi individuali.
Mi piace la gente che conosce
l’importanza dell’allegria.
Mi piace la gente sincera e franca,
capace di opporsi con argomenti sereni e ragionevoli
Mi piace la gente di buon senso,
quella che non manda giù tutto,
quella che non si vergogna…

View original post 97 altre parole