E che Iddio ci perdoni!

PicsArt_09-11-05.41.25

Ma tu, uomo, dovresti fermare la guerra!

Dormi su un letto di foglie per sentire il profumo del bosco e non senti piu’ l’odore del sangue?

Hai dentro di te alberi, foreste, cortecce di tronchi profumate e ruvide al tatto come un viso di donna che ha vissuto la vita, ma non senti il dolore delle folle?

Dormi, uomo? o fingi innocenza e oscurita’perche’ e’ troppo pesante ed insicuro il fardello che porti?

Riesci forse a dormire tra grida, scoppi e tumulti, tra il rumore che fa la paura e il sudore che scivola giu’ tra le scarpe spaccate e sporche di fango che corrono, corrono, corrono?

Giri lo sguardo, uomo, quando una piccola mano si porge a cercare una briciola o soltanto carezze?

E mentre c’e’ un mare che rigurgita corpi perche’ troppi ne ha mangiati, e le frontiere innalzano muri di filo spinato, mentre i ladroni elargiscono coriandoli agli esuli e vietano il velo alle donne stuprate che nascondono i segni sul viso, tu, uomo, distruggerai nella tua casa tutti gli specchi per non doverti guardare in faccia mai piu’ e riempirai il tuo letto di foglie aggiungendo giornali?

Che Iddio ti perdoni, che Iddio ci perdoni!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...