L’Inizio

All’improvviso scappano fuori dalla bocca, violente come un fiume in piena, devastanti come una valanga, rotolanti come una cascata di biglie, cristalline come pioggia sottile ed a volte leggere come fiocchi di neve.
Parole, crudeli o misericordiose, non si tengono chiuse a lungo.
Alla fine esplodono.
Come bombe devastanti o come fuochi d’artificio festosi.
Qualche volta son bagnate di lacrime, altre volte amare come veleno.
Ma sono parole, suono vibrante nell’aria o disegno del suono sulla carta.
Le urli, le sussurri, le canti o le declami, comunque magnifica espressione del nostro essere creature spirituali in tutte le sue sfaccettature.
Utili, comode ,ma spesso arma micidiale come il coltello che taglia il pane che ci nutre ma ugualmente toglie la vita.
Sussurri d’amore o grida di dolore comunque esplosioni dell’anima, anche se piu’ il silenzio grida.

Continua a leggere

Ho fatto un sogno

… ho fatto un sogno, poi mi sono svegliata…ed era uguale, forse era un incubo o la vita reale, non so. Ultimamente confondo le due cose, ma sono veramente due?

Buongiorno…marsupiali

…Petauri dello zucchero

…Kanguroo

…Dendrolago

…Koala

… che dire? non ci sono parole alle meravigliezzitudini della natura ๐Ÿ˜„๐Ÿ˜„๐Ÿ˜„๐Ÿ˜„๐Ÿ˜„

Rumore

Sentite il rumore degli alberi?

rovistano con le radici la terraย 

in cerca della loro madre

e con i rami artigliano il cielo

in cerca del padre.

E’ un rumore continuo e assillante

come il vento della vita che ci spinge,ย 

ci sposta, ci fa vorticareย 

e noi senza appigli e senza ali,ย 

cerchiamo una direzione ed inveceย 

dovremmo allargare le braccia

e lasciarci cullare, e come le foglie,ย 

ad ogni alba e ad ogni tramontoย 

svegliarci e dormire senza un solo pensiero,

come le foglie, proprio come le foglieย 

che non sanno dove andranno a finireย 

ma respirano sempre e guardano il sole.

Sentite il rumore delle foglie?

e’ il loro respiro leggero

attendono il vento, col capo reclino,

che le stacchi dal ramo

e le porti ovunque

debbano andare.

Ho sentito il rumore

di un silenzio definitivo

piegato ad arco sopra di me,

era l’inizio del mio trionfo,

con mani giunte ho pregato in ginocchioย 

tra le foglie sotto gli alberi,ย 

senza fare rumore.

Giuliana Campisi

La natura

La natura annoiata prese pennelli e colori ed incomincio’ a dipingere petali in tutte le sfumature del viola. Poi raccolse  gocce di rugiada e le poso’ sui fiori come piccoli e splendenti diamanti. Infine ricopri’ tutto con un velo leggerissimo di nebbia per creare un po’ di atmosfera … quale quadro potrebbe essere piu’ bello?

Sono distratta

                                   Sono distratta,

quando ti ho incontrato

ho perso tutti i miei sogni

per strada.



Giuliana Campisi ยฉ