L’Inizio

All’improvviso scappano fuori dalla bocca, violente come un fiume in piena, devastanti come una valanga, rotolanti come una cascata di biglie, cristalline come pioggia sottile ed a volte leggere come fiocchi di neve.
Parole, crudeli o misericordiose, non si tengono chiuse a lungo.
Alla fine esplodono.
Come bombe devastanti o come fuochi d’artificio festosi.
Qualche volta son bagnate di lacrime, altre volte amare come veleno.
Ma sono parole, suono vibrante nell’aria o disegno del suono sulla carta.
Le urli, le sussurri, le canti o le declami, comunque magnifica espressione del nostro essere creature spirituali in tutte le sue sfaccettature.
Utili, comode ,ma spesso arma micidiale come il coltello che taglia il pane che ci nutre ma ugualmente toglie la vita.
Sussurri d’amore o grida di dolore comunque esplosioni dell’anima, anche se piu’ il silenzio grida.

Continua a leggere

Marionette

Pastelli su cartoncino – Giuliana Campisi

… siamo tutti marionette nel teatro della vita, ma qualcuno riesce a spezzare i fili …

… alla notte

Acquerello e collage su cartoncino- Giuliana Campisi

cosa chiedo alla notte? di darmi forse una direzione? come se fosse vento che spinge rami e foglie, l’albero accondiscente complice e compiaciuto, si china volentieri … ascolto il vento nel buio ma il mio tronco non si piega …

Abbiamo messo da parte l’amore

Dal web

Abbiamo messo da parte l’amore, abbiamo capito che in amore non si può solo ricevere ma bisogna anche dare. Abbiamo capito che amore è anche sacrificio, quantomeno compromesso, attenzione, comprensione, pazienza. In amore ci vuole tempo, empatia, rispetto.
L’amore comporta dunque fatica ed il possesso di un sacco di virtù che bisogna mettere a disposizione dell’altro.
E abbiamo messo da parte l’amore.
Meglio relazioni brevi, fugaci, magari solo sesso veloce, al massimo una pizza insieme o un Week end poco impegnativo.
Così siamo più liberi, nessun impegno, niente compromessi o sacrifici, ci ritiriamo a casa nella nostra meravigliosa solitudine da riempire con le serie tv, con i social.
Cerchiamo gratificazioni nel virtuale, per essere più appetitosi frequentiamo palestre, centri benessere, vogliamo apparire più belli, più interessanti per intrecciare relazioni fatte di niente, per guardarci allo specchio senza più riconoscerci.
Non vogliamo dare più nulla, privi di sentimenti, diventiamo sempre più avidi, egoisti, violenti. Cerchiamo sensazioni forti e le cerchiamo nel web, nei telegiornali, nelle risse, odiamo ferocemente ogni cosa, condanniamo, giudichiamo, peggio ancora facciamo i falsi buonisti.
E restiamo soli davanti la tv o il pc, le rughe intorno agli occhi ed alla bocca, rinsecchiti nel corpo e nell’anima per mancanza di nutrimento.


Giuliana Campisi


L’amore è il cibo dell’anima e chi non ama è morto per metà (cit.)

Non credetemi

Pastelli su cartoncino – Giuliana Campisi

Non credetemi mai quando dico: non importa,
ho bisogno di mentire per restare in equilibrio
Accumulo così strati su strati sulla mia pelle
bugie, insolenze taciute, insofferenze
pezze sudicie e pesanti
colorate per ingannare, per essere creduta,
è quasi un gioco in cui non vince nessuno
e siamo tutti perdenti
Le cose rimangono immobili
stupide e stupite nella loro staticità
la menzogna le fossilizza,
è quello che mi manca di più,
il loro danzare quando non le guardiamo
il mio danzare quando sto ferma
dentro il mio corpo che non smette di invecchiare
ma che non si degrada e mi regala ancora poesia

Giuliana Campisi

… e buongiorno a colori

Acquerello e collage su cartoncino – Giuliana Campisi

Ogni cosa è connessa

Dal web

Nella penombra della cucina
la caffettiera silenziosa
come in una foresta di notte,
le lucciole attendono un segnale
e si accenderanno:
l’aroma del caffè
il profumo del muschio
Ogni cosa si incontra
ogni cosa è connessa
fili invisibili
trama di un tappeto
di cui non si comprende il disegno
Ed io sorrido
in questo tempo molle
da manipolare a piacimento
un mare calmo dove navigare
nessuna direzione da seguire
solamente un caffè da sorseggiare
ed è l’inizio di una fine
che adesso sta per cominciare

Giuliana Campisi

Buongiorno

Da Pinterest

… sottosopra … ognuno ha i suoi punti di vista…

Frantumo ogni cosa

Da Pinterest

Frantumo ogni cosa,
con un colpo secco,
quello zaino di vetro sulle spalle
a mostrare ricordi dolorosi
e quel sacco di fragili pietre,
sogni inutili ed inconcludenti.
Frantumo ogni cosa
e la disperdo al vento della dimenticanza
libera della zavorra
ora procedo ondeggiando
priva di quei pesi
che mi costringevano a terra,
seppur su di una diritta strada,
senza voli di rondine,
senza maree,
una cima immobile
da cui guardare senza poter toccare.
È scesa la montagna rotolando a valle
frantumi di mille cose,
polvere e cocci che gemono collassando
un percorso doloroso e necessario
lontano dai boschi e dal mare
affinché io non possa distrarmi,
affinché io non possa pentirmi.

Giuliana Campisi

Buongiorno

Da Pinterest

… primi piani …